MENU

Arte e Architettura

5 March 2015

ARTE E ARCHITETTURA
Gli aspetti culturali ed artistici della Puglia sono strettamente correlati al percorso storico della regione. Tutte le dominazioni che nel corso degli anni si sono succedute, dai tempi più antichi fino all’Età Moderna, hanno lasciato la loro “impronta” artistica nei vari paesi.
Possiamo quindi facilmente trovare influenze greche, romane, bizantine, normanne, francesi e spagnole, ognuna con il proprio stile e la propria architettura del periodo.

CASTEL DEL MONTE
Tra i più importanti edifici architettonici pugliesi e Patrimonio Mondiale dell’Umanità per l’UNESCO, l’affascinante Castel del Monte fu fatto costruire da Federico II nel 1240 nelle campagne di Andria. Rappresenta, a livello mondiale, uno degli esempi più importanti di fusione tra diversi stili architettonici tra i quali individuiamo l’arabo, il normanno, il gotico e il romanico. Ha pianta ottagonale, con otto torri circolari ai vertici tutte di eguale dimensione; lo spazio interno è suddiviso in due piani mentre l’esterno ha il portale d’ingresso che volge verso est, vale a dire di fronte al punto in cui sorge il sole in coincidenza con gli equinozi di primavera e autunno.
Oltre ad essere definita una costruzione “estremamente perfetta” dal punto di vista architettonico, Castel del Monte racchiude al suo interno tantissimi e suggestivi elementi simbolici: la sua forma ottagonale, i suoi forti simboli astrologici, i rimandi religiosi che hanno fatto pensare anche al suo utilizzo come tempio e tanti altri piccoli particolari, riscontrabili durante una visita, che rendono questo luogo caratteristico quanto enigmatico.

CATTEDRALE DI OTRANTO
Un’altra grande opera artistica ed architettonica pugliese la incontriamo presso la Cattedrale di Otranto, ove al suo interno possiamo ancora ritrovare le spoglie dei Beati martiri idruntini.
Infatti la Cattedrale fu sede di una carneficina ad opera degli invasori Turchi che, nell’assedio del 1480, sterminarono qui clero e civili che si rifiutarono di convertirsi all’Islam. E’ possibile ammirare le spoglie di questi martiri in una cappella all’interno della Cattedrale a loro riservata.
Di gran valore artistico è senza dubbio il mosaico pavimentale della Cattedrale che si sviluppa lungo le navate, il presbiterio e l’abside e ripercorre, attraverso scene dell’Antico Testamento e dei Vangeli apocrifi, l’esperienza umana dal peccato alla salvezza.

PIAZZA DUOMO DI LECCE
Una delle più belle piazze d’Italia è ancora oggi una delle pochissime “piazze chiuse” che, fino a qualche tempo fa, veniva ancora recintata di sera o all’imbrunire. La sua eleganza è data dal perfetto equilibrio urbanistico tra le facciate barocche della Cattedrale della Madonna Assunta, del Palazzo Vescovile, del Seminario ed, in relativa lontananza, del Campanile.
La caratteristica di Piazza Duomo e della sua Cattedrale è che l’ingresso di quest’ultima è collocata parallelamente all’ingresso della Piazza e quindi il visitatore, entrando nella Piazza, non trova l’ingresso della Cattedrale ma una sua facciata.

Esempi di Romanico Pugliese lo incontriamo inoltre nella Basilica di San Nicola di Bari, nella Cattedrale di San Sabino sempre a Bari, nel Duomo di Bitonto, nella Cattedrale di Trani e nella Concattedrale di Ruvo di Puglia.

Le opere più importanti del Barocco leccese sono la Basilica di Santa Croce ed il vicino Palazzo del Governo a Lecce; degni di nota anche la Concattedrale di Sant’Agata di Gallipoli, la Chiesa del Crocifisso di Galatone e la Guglia dell’Immacolata di Nardò.

In tutte le chiese pugliesi, è possibile ammirare un’inestimabile patrimonio di arte pittorica come gli affreschi di epoca bizantina o le tele di scuola napoletana e fiorentina conservate all’interno delle chiese e delle Cattedrali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scarpe calcio scontatemigliori repliche orologi
Celine Outlet Fendi Bag Bugs The North Face Coupons Ferragamo Belt